Seleziona una pagina

This post is also available in: English (Inglese)

Ogni aiuto è una storia.

 

Ogni persona ha un percorso, un luogo , una presenza, molte hanno condiviso questo disastro, che sommandosi alla già difficile situazione Libanese, ha portato a determinare una serie di difficoltà e di necessità.
Con il nostro piccolo intervento abbiamo deciso di intervenire su un tema specifico, porte e finestre a protezione delle case distrutte dalla forza dall’onda d’urto dell’esplosione.
Alcuni hanno perso la casa, ma anche chi ha avuto la grazia di avere danni minori, si trova in una condizione di necessità per proteggere lo spazio familiare.
Hamid ha suggerito questo intervento a seguito di una analisi sul campo e subito abbiamo iniziato ad operare in tal senso.
Sono state individuate le prime famiglie a cui dare supporto, di ogni intervento vi mostreremo il prime e dopo e vi daremo degli indizi sulla storia, singola e straordinaria che ogni individuo e famiglia porta con sé.

Totale Raccolta

Somme in cassa

%

é stato investito per il progetto Porte e finestre

Totale trasferito a Beirut

Valore convertito in Dollari

HOUSE 01 – Beirut – Al Mdawwar

Di proprietà di Elie Abboud, agente della Protezione Civile Libanese – Beirut, la caserma che ha perso dieci persone della propria squadra nell’esplosione. Elie è sopravvissuto perché era fuori servizio il giorno dell’accaduto.

La sua abitazione ha subito una distruzione massiccia poiché situata a meno di 200 metri dal porto. La famiglia di Elie ha iniziato a fare qualche lavoro di ripristino in casa con l’aiuto di altri famigliari e amici.

Spesa 320 $

HOUSE 02 – Beirut – Al Mdawwar

Di proprietà di Carmen… sua figlia è stata gravemente ferita e la casa ha subìto danni gravi. Carmen ha apprezzato la nostra iniziativa e ha chiesto che le venisse fornito un aiuto solo per cambiare la porta d’ingresso di casa.
La porta d’ingresso è stata frantumata ed è stata sostituita in modo provvisorio con un pannello di legno. Oltre a sostituire quest’ultima, abbiamo cambiato la porta della cucina anch’essa danneggiata e piena di schizzi di sangue, anche se non era urgente, ma solo il guardarla la faceva rabbrividire e rimembrare l’accaduto.

Spesa 725 $

HOUSE 03 – Beirut – Mar Mkhael Street – BLDG 973

Kahlil Mansour Building – Ground Flour (Left Apartment)

Casa di Karam Michel Barotta

La Sig.ra Barotta è rimasta gravemente ferita dall’esplosione mentre stava chiacchierando, stando sulla porta d’ingresso, con la sua vicina di casa Victoria, anche lei ferita. Sono state entrambe ricoverate per più di due settimane. La casa, come potrete vedere dalle foto, mostra l’entità del danno subìto. Il muro che separa casa Barotta da quella dei vicini di casa, è completamente distrutto, come anche una parte della porta d’ingresso. Diverse porte interne come anche le porte finestre, le finestre e la maggior parte dell’arredo sono andate distrutte. Abbiamo fatto la maggior parte dei “grandi” lavori per rendere la casa nuovamente abitabile.

Spesa 1,556 $

HOUSE 04 – Beirut – Mar Mkhael Street – BLDG 973

Kahlil Mansour Building – Ground Flour (Right Apartment)

Casa di Jean Gerges Maalouf

La Sig.ra Victoria Odaymi, la vicina di casa dei Barotta che stava sull’ingresso al momento dell’esplosione, è sopravvissuta, ma con ferite molto gravi ed è ancora ricoverata ad oggi. È una signora anziana che vive da sola ed ha avuto un danno enorme alla propria abitazione. I lavori importanti sono stati eseguiti affinché possa rientrare a casa sua una volta dimessa.

Spesa 935 $

HOUSE 05 – Beirut – Kobayyat Street – BLDG 1012

Casa di George Emil Assaf

Kobayyat Street è una delle aree più colpite dall’esplosione. Il Sig. George è stato già assistito da iniziative simili alla nostra, ad eccezione del tetto della cucina, distrutto dalla caduta di massi e macerie dall’edificio adiacente. Ci ha spiegato che aveva recuperato parte del materiale, e che gli mancava poco materiale da acquistare e qualcuno che gli facesse i lavori. Visto che stavamo lavorando nelle prossimità della sua abitazione, abbiamo dato il via libera alla nostra squadra per acquistare il necessario e portare a termine i lavori di ripristino del tetto.

Spesa 140 $

Spese Generali

L’operazione ha delle spese generali per il trasferimento dei fondi utilizzati per gli aiuti, il processo di raccolta tramite paypall è gratuito come il trasferimento su conto bancario italiano, per il trasferimento in Libano è stato usato Western Union che prende circa il 10% del valore tra costi di trasferimento e cambio valuta.

Altri costi generali sono imputabili a trasporti e le comunicazioni.

Nella galleria tutte le ricevute dell’operazione.

 

Spesa 70 $